Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

ARGOMENTO: CONSIGLI PER IL BLU DI METILENE

07/07/2006 12:28 #46022

  • NOODLES
  • Avatar di NOODLES
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1227
  • Ringraziamenti ricevuti 7
E' giusto precisare che Peris fa riferimento a soluzioni base ottenibili con prodotti puri, quasi tutti con un alto indice di pericolosità ed il cui uso sconsiglio a tutti.
I preparati commerciali offrono un ottimo margine di sicurezza se maneggiati con le dovute accortezze.
Il costawert contiene 0,25 g x 100 cc d'acqua.


Vincenzo Maisto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 00:20 #46040

  • Paolo Cogo
  • Avatar di Paolo Cogo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 396
Complimenti per le spiegazioni chiare ed esaurinti.
Ho solo un paio di dubbi che non mi sono mai chiarito:

- Punto 1:
quote:

Originally posted by marcog
... solo per un breve periodo i pesci contagiati e guariti ne risultano immuni ...


Come mai accade questo ??? E' una cosa che ho osservato anch'io più volte. Forse il pesce colpito sviluppa una sorta di difesa immunitaria rafforzata ???

- Punto 2:
quote:

Originally posted by NOODLES
Il parassita è un ciliato unicellulare chiamato scientificamente Ichthyophthirius Multifiliis diffuso in ogni parte del mondo.



quote:

Originally posted by marcog

Si attacca ad un soggetto tramite le ciglia, si riproduce lasciando dei tomiti o vesciche (i classici puntini bianchi), successivamente si ristacca andando alla ricerca di un altro pesce da colpire .se questo non avviene i 24 ore il parassita muore.


quote:

Originally posted by NOODLES

I ciliati natanti (tomiti) necessitano di un ospite entro breve tempo: essi infatti dopo uno-due giorni muoiono d'inedia se nn trovano un pesce ospite ...


Mettiamo assieme i pezzi: è un parassita molto diffuso nel mondo, ma non può vivere a lungo senza trovare un pesce che lo ospita e nel pesce che lo ospita non rimane a lungo.
Insomma chi mi riesce a mettere assieme il puzzle ???
Non c'è forse una certa contradizione in questo ??? Cosa mi sfugge ???

Questo è un argomento che ho letto più volte in diversi libri, ma non sono mai riuscito a superare il "contraddittorio".

Come fa questo parassita a vivere per lunghi periodi in acquario senza colpire i pesci se può vivere solo per brevi periodi senza colpirli e poi tutto di colpo saltar fuori dal nulla ???

Insomma mi fermo qui xchè ho già creato abbastanza confusione in quello che ho scritto. Il problema è che la mia vena di scrittore non si è mai sviluppata, chissà se è rimasta latente come l'Ichthyo, magari prima o poi ...

Paolo - Vicenza -
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 02:25 #46050

i parassiti formano delle cisti perenni che si schiudono quando le condizioni ambientali diventano favorevoli. è un pò la storia delle artemie o dei rotiferi.
Massimiliano
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 10:56 #46052

  • NOODLES
  • Avatar di NOODLES
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1227
  • Ringraziamenti ricevuti 7
Esattamente Massy: i parassiti incistati possono vivere in fase latente per lunghi periodi.
Sono i parassiti natanti (tomiti) ad aver bisogno di pronto nutrimento per sopravvivere e passare alle fasi successive dello sviluppo.

quote:

Originally posted by marcog
... solo per un breve periodo i pesci contagiati e guariti ne risultano immuni ...



Questo punto non mi è abbastanza chiaro.


Vincenzo Maisto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 13:52 #46057

  • Paolo Cogo
  • Avatar di Paolo Cogo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 396
quote:

Originally posted by massy_green

i parassiti formano delle cisti perenni che si schiudono quando le condizioni ambientali diventano favorevoli. è un pò la storia delle artemie o dei rotiferi.
Massimiliano



Allora ti propongo un quisito:
Quali sono le condizioni favorevoli per la schiusa ??? E' possibile ricrearle ???
Se si potesse ricrearle in un momento in cui i pesci stanno bene pensi si possa schiuderle tutte ed aspettare che deperiscano da sole avendo così debellato il problema per sempre nell'acquario oppure sto dicendo una cavolata.
Quest'ultima ipotesi è assai probabile penso.

Paolo - Vicenza -
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 14:23 #46058

  • NOODLES
  • Avatar di NOODLES
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 1227
  • Ringraziamenti ricevuti 7
Paolo il tuo intento non deve essere quello di eliminare dalla vasca tutti i microrganismi patogeni e non,( fra l'altro del tutto impossibile), ma tentare di ricreare le condizioni affinchè i pesci, con il loro sistema immunitario, siano capaci di respingere qualsiasi attacco di parassiti.

"Tutti i pesci, in condizioni normali di salute, sono in grado di resistere a qualsiasi parassitosi. L'insorgere di ogni malattia deve essere considerato come conseguenza di uno stato di stress in cui l'animale è stato messo da precedenti errori dell'acquariofilo. Si intende per stress la somma di tutte le risposte fisiologiche provocate in un organismo dall'esposizione di ambienti inadeguati, maltrattamenti o altri fattori che provocano comunque l'insorgere di una risposta dell'animale tesa a riequilibrare lo stato fisiologico.
Pesci in buona salute quindi saranno in grado, con le loro difese immunitarie, di respingere qualsiasi attacco di nemici esterni quali essi siano: batteri opportunisti, parassiti, virus ecc.""





Vincenzo Maisto
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 16:24 #46060

quote:

Originally posted by NOODLES

Esattamente Massy: i parassiti incistati possono vivere in fase latente per lunghi periodi.
Sono i parassiti natanti (tomiti) ad aver bisogno di pronto nutrimento per sopravvivere e passare alle fasi successive dello sviluppo.

quote:

Originally posted by marcog
... solo per un breve periodo i pesci contagiati e guariti ne risultano immuni ...



Questo punto non mi è abbastanza chiaro.


Vincenzo





Molti protozoii parassiti sono in grado di cambiare con facilità la struttura antigenica superficiale e, dunque, l'immunità che insorge in certi ospiti a seguito di un'infezione non garantisce una protezione permanente...

Maurizio (Pavia)

L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 18:33 #46062

concordo Vincenzo, l'ictio per i pesci è come una nostra influenza,cosa da poco.
Gli immunodepressi (tipo malati di aids) possono morire anche con un semplice raffreddore.
Massimiliano
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

08/07/2006 20:57 #46072

  • Paolo Cogo
  • Avatar di Paolo Cogo
  • OFFLINE
  • Platinum Boarder
  • Messaggi: 396
quote:

Originally posted by NOODLES

Paolo il tuo intento non deve essere quello di eliminare dalla vasca tutti i microrganismi patogeni e non ...


Hai perfettamente ragione.

Il problema dei puntini bianchi l'ho notato quando metto pesci nuovi in acquario ... (chissà quante ne hanno passate). Ora uso una bacinella da una decina di lt come acquario di quarantena provvisorio con temoriscaldatore, lampada e ossigenatore che serve anche per tenere in moto l'acqua in modo non si formino sacche più calde e più fredde. Metto degli antibiotici in acqua e lascio lì i pesci per una settimana.
Solo dopo questo periodo finiscono in acquario. Da quando uso l'acquario di quarantena non ho più avuto epidemie e morie di massa. In questo modo anche il problema dei puntini bianchi non mi si presenta quasi più e quando capita alzo la temperatura dell'acqua e basta ed un qualche giorno anche i puntini spariscono.


Paolo - Vicenza -
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.

10/07/2006 12:12 #46102

  • yuri
  • Avatar di yuri
  • OFFLINE
  • Gold Boarder
  • Messaggi: 194
CIAO RAGAZZI E GRAZIE A TUTTI PER I CONSIGLI E LE COSE UTILI!... MA NESSUNO HA RISPOSTO AL MIO QUESITO... CON IL BLU DI METILENE CHE HO ACQUISTATO(SOL 1%) COSA POTREI FARE? LO BUTTO? O PER L'ICTHYO SI PUò USARE?
" il loto è un fiore che cresce nel fango, più il fango è denso e profondo, più il fiore sarà bello. questo pensiero è racchiuso nel canto buddista NAM MYOHO RENGE KYO"
L\'Amministratore ha disattivato l\'accesso in scrittura al pubblico.
  • Pagina:
  • 1
  • 2
  • 3

googlePlusyoutubefacebooktwitter

AG - 2013 - All rights reserved - Privacy & Policy

VitRuo - Web Agency

tornaSu